Come prepararsi all’Agricoltura 4.0 in Italia

Un corso gratuito del Politecnico di Milano, Polo di Cremona, il prossimo 30 giugno, per conoscere le caratteristiche del fenomeno e per comprenderne gli impatti [...]
  1. Home
  2. Convegni e Workshop
  3. Come prepararsi all’Agricoltura 4.0 in Italia

L’Agricoltura 4.0 è una realtà sempre più importante per il nostro paese. La digitalizzazione del settore primario fa leva sulle tecnologie più evolute e sta permettendo la creazione di una nuova agricoltura e di un nuovo approccio alle supply chain agroalimentari. Anche nella prospettiva di costruire un new normal in cui i temi della produzione alimentare si integrano e armonizzano con quelli dell’attenzione all’ambiente, dell’efficienza, della sicurezza, della protezione del Made in Italy appare sempre più importante avere un aggiornamento e una formazione puntuale su cosa significa Agricoltura 4.0 e su quali sono le sue prospettive. (leggi il servizio L’agrifood italiano è sempre più digitale: cresce del 22% e arriva a 450 milioni)

A questo proposito arriva il corso organizzato dal Politecnico di Milano – Polo di Cremona sull’Agricoltura 4.0 in Italia. 

Il corso avrà luogo il prossimo  Martedì 30 Giugno 2020, dalle ore 10.00 alle 11.30 e sarà organizzato come un evento on line Piattaforma Teams

Iscriviti subito

WHITEPAPER
Modelli di agricoltura sostenibile per un’economia circolare
Smart agrifood
Sviluppo Sostenibile

L’evento partirà da un inquadramento generale del concetto di innovazione digitale in ambito agricolo e alimentare, e andrà ad approfondire i principali ambiti di innovazione e i principali impatti che portano queste nuove soluzioni.

In termini di proposte di contenuti l’evento affronterà i temi della domanda e dell’offerta di soluzioni di Agricoltura 4.0; analizzerà l’impatto delle soluzioni di Agricoltura 4.0; porterà l’attenzione sull’evoluzione digitale della tracciabilità alimentare e fornirà una lettura dello scenario internazionale delle startup Smart AgriFood. L’evento guarda anche alle prospettive e alle opportunità legate alle tematiche della sostenibilità.

Per maggiori informazioni e per iscriversi

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*