Dynamic Pricing contro gli sprechi alimentari nei supermercati - Agrifood.Tech
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Dynamic Pricing contro gli sprechi alimentari nei supermercati

Claudia Costa

Parte il primo progetto in-store italiano che, con l’ausilio dell’Intelligenza Artificiale, consente di prevenire gli sprechi alimentari nel punto vendita. Wasteless, in collaborazione con Finiper e Gruppo Amadori, grazie al coordinamento di Officine Innovazione, startup innovativa di Deloitte, propone una soluzione di dynamic pricing rivolta al commercio al dettaglio grazie al monitoraggio in tempo reale della merce venduta e della sua deperibilità.

“Un sistema di calcolo e gestione dei prezzi in grado di aumentare i profitti del punto vendita, riducendo gli sprechi e contribuendo a gestire le scorte di alimenti deperibili.” ha spiegato Yossi Regev, Founder & CTO di Wasteless. “Il primo progetto in Italia, che parte dall’Iper di Portello, a Milano e che avrà una durata di tre mesi”.

 

Una scelta sostenibile per ridurre lo spreco alimentare

Una gestione poco efficiente dell’inventario e le rigide politiche di ribasso dei prezzi generano un esaurimento delle scorte per alcune categorie di prodotti e lo spreco di altre.

L’algoritmo proposto da Wasteless scansiona la data di scadenza dei prodotti, mettendo in evidenza quelli con deperibilità più ravvicinata nel tempo e disponibili ad un prezzo più basso, consentendo ai consumatori di acquistare il prodotto più vantaggioso e, allo stesso tempo, ai rivenditori di generi alimentari nuove opportunità di guadagno e la riduzione degli sprechi alimentari.

L’algoritmo si avvale di un ramo del machine learning, chiamato Reinforcement Learning, che consente di adattarsi rapidamente al modo in cui i consumatori rispondono ai prezzi dinamici e identificare la politica di sconti più ottimale.

 

FoodTech Accelerator per Agrifood e Retail 4.0

FoodTech Accelerator permette alle startup italiane e internazionali di interagire e collaborare per innovare il settore Agrifood e Retail, convertendo Milano nell’hub internazionale dell’innovazione in due settori che da sempre fanno del Made in Italy un marchio riconosciuto in tutto il mondo.

Il programma è coordinato da Officine Innovazione, in collaborazione con Corporate partner quali Gruppo Amadori, Cereal Docks e Finiper, insieme ad importanti investitori come Innogest, Italian Angels for Growth e Digital Magics, Media & Community partner come Seeds&Chips, istituzioni rilevanti come Federalimentare Giovani, e supporting partner come Campari Group.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi