AgriAcademy, il turismo agricolo di B-Land vince la tappa di Bari - Agrifood.Tech
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

AgriAcademy, il turismo agricolo di B-Land vince la tappa di Bari

agrifood 2
Antonello Salerno

Ad aggiudicarsi la tappa di Bari di AgriAcademy, la manifestazione ideata e sviluppata da Ismea in collanborazione con il Mipaaft, è B-Land, un progetto originariamente messo a punto da Nadia Savino, con il contributo delle idee di 10 giovani innovatori del settore agrifood (Marco Bellè di Messina, Angelo Santoro di Bari, Alessia Ametta, Manuela Ariano e Sabino Ammollo di Foggia, Luca Vita di Roma, Vincenzo Cori di Teramo, Giovanni Pirillo e Salvatore Angelica di Reggio Calabria e Damiano Cracolici di Palermo).

B-Land Vivi la terra, sostieni il territorio“è un’idea di realizzazione di un hub che raggruppa aziende diverse per offrire prodotti e servizi per turisti giovani e tecnologici che cercano esperienze di vacanza personalizzate attraverso i social. Degustazioni, visite guidate, didattica e percorsi gastronomici, organizzate attraverso una piattaforma web che offre un assistente virtuale per viaggi ad hoc, centrati sul territorio campano e pugliese, e costruiti sulle caratteristiche del cliente che fornisce i suoi gusti e preferenze attraverso la profilazione al portale. Il progetto prevede inoltre che una parte dei ricavi dell’attività venga devoluta alla riqualificazione del territorio, che potrà essere seguita attraverso la realtà aumentata attraverso un’app. Ora il gruppo di lavoro di B-LAND, la possibilità di essere seguito passo dopo passo dalle Università partner del progetto, nella realizzazione della loro idea innovativa.

A decretare i  vincitori è stata la giuria composta da Fabio del Bravo di Ismea, Chiara Corbo dell’Osservatorio Smart Agrifood e Mario Ciardiello, formatore e consulente aziendale.

Durante i tre giorni della manifestazione i giovani imprenditori sono stati seguiti dagli esperti di #Ruralhack, guidati da Alex Giordano, e dai mentor dell’Osservatorio SmartAgrifood,

Giornalista dal 2000, dopo la laurea in Filologia italiana e il biennio 1998-2000 all’Ifg di Urbino. Ho iniziato a Italia Radio (gruppo Espresso-La Repubblica). Poi a ilNuovo.it, tra i primi quotidiani online nati in Italia, e a seguire da caposervizio in un’agenzia di stampa romana. Dopo 10 anni da ufficio stampa istituzionale sono tornato a scrivere, prima su CorCom, nel 2013, e poi anche per le altre testate del gruppo Digital360. Mi muovo su tutti i campi dell’economia digitale, con un occhio di riguardo per cybersecurity, copyright-pirateria online e industria 4.0.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi