Tuttofood, così la Blockchain può battere contraffazione e “Italian sounding”

E’ in programma il 9 maggio il workshop organizzato da Trustedchain in occasione della manifestazione organizzata da Fieramilano e dedicata al food & beverage [...]
  1. Home
  2. Blockchain
  3. Tuttofood, così la Blockchain può battere contraffazione e “Italian sounding”

Fenomeni come la contraffazione alimentare e l’“italian sounding” arrecano all’economia italiana un danno che Federalimentare ha quantificato in 90 miliardi di euro. Man mano infatti che l’export dei prodotti agroalimentari – ma non solo – made in Italy cresce, crescono anche i tentativi di imitazione, fino ad arrivare alle truffe. 

La ricetta per arginare il fenomeno fino a sconfiggerlo può però arrivare dalle nuove tecnologie, e nello specifico dalla blockchain. Per dimostrare come sarà possibile Trustedchain ha organizzato un workshop all’interno di Tuttofood, la manifestazione sul food & beverage in programma a Milano dal 6 al 9 maggio: “Novanta miliardi di danni per contraffazione ed italian sounding: la soluzione definitiva con la rete blockchain TrustedChain dei Conservatori Accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale”. 

L’incontro è in programma per il 9 maggio all’interno del padiglione 10 di Fieramilano, dedicato alle innovazioni tecnologiche che supportano la filiera agroalimentare. 

WHITEPAPER
Blockchain nel settore energetico: quali opportunità per lo scambio di energia P2P?
Blockchain
Utility/Energy

Per tutta la durata della manifestazione Trustedchain sarà inoltre presente con uno stand nella nuova area Tuttodigital, all’interno del padiglione 10, che è dedicata alle aziende che propongono soluzioni tecnologiche innovative per la tracciabilità dell’intera filiera alimentare, dalla materia prima al prodotto a scaffale. 

La particolarità dell’offerta di Trustedchain è quella di utilizzare una rete di trust service providers certificati da Agid per aiutare le aziende che producono prodotti alimentari nel tracciare in modo trasparente e immutabile la filiera dei propri prodotti. 

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*