Liferay-Gruppo Veritas, l’intelligenza artificiale al servizio della gestione dell’acqua

La multiutility veneta che si occupa anche di raccolta e smaltimento dei rifiuti avvia la partnership con la multinazionale Usa: riprogettato il portale self-care puntando sulla digitalizzazione dei servizi. Obiettivo: garantire una user experience moderna e multicanale, ottimizzando i costi del customer service [...]
  1. Home
  2. Case History
  3. Liferay-Gruppo Veritas, l’intelligenza artificiale al servizio della gestione dell’acqua

Rispondere alla forte richiesta di servizi digitali e all’incremento costante delle operazioni, riprogettando il portale self-care e digitalizzando un numero maggiore di servizi per garantire una user experience moderna e multicanale. Con un occhio all’ottimizzazione dei costi delle attività di customer service. E’ il progetto di digital innovation realizzato da Gruppo Veritas, multi-utility veneta specializzata nei servizi di raccolta e smaltimento dei rifiuti e di gestione dell’acqua, in collaborazione con la multinazionale statunitense Liferay, specializzata nella creazione di esperienze digitali su web, mobile e dispositivi connessi. Una collaborazione che ha portato allo sviluppo di un nuovo portale, Sol, lo Sportello OnLine di Gruppo Veritas, tramite il quale gli utenti possono accedere direttamente a una gran parte dei suoi servizi.

“Avevamo la necessità di creare un portale innovativo – afferma Giulia Ruzzante, project manager del Gruppo Veritas – per offrire ai nostri cittadini nuovi servizi automatizzati, che semplificassero il loro journey online con operazioni facili da realizzare in completa autonomia, senza più necessità di recarsi fisicamente allo sportello, risparmiando così tempo e sforzi”.

Per sviluppare questa iniziativa l’azienda si è affidata all’expertise di Intesys, azienda specializzata nello sviluppo e implementazione di progetti software e soluzioni digitali complesse e avanzate, oltre che Silver Partner di Liferay. “Dopo un’attenta analisi delle soluzioni disponibili sul mercato – si legge in una nota – Gruppo Veritas ha scelto la piattaforma open source Liferay Dxp, che abilita la creazione di user experience ottimizzate e personalizzate, grazie a un ampio portfolio di strumenti e tecnologie”.

“Grazie al prezioso supporto di Intesys abbiamo scelto Liferay – aggiunge Ruzzante – perché si tratta di una piattaforma altamente scalabile, interoperabile e aperta che rispondeva in modo più che adeguato alle nostre necessità di innovare in modo costante nel tempo”.

WHITEPAPER
Flussi di lavoro più produttivi: strategie e strumenti
Networking
Software

“Il progetto è stato sviluppato pensando alle reali esigenze degli utenti, con un approccio Design to Deliver, per combinare una efficace progettazione dei servizi a una tecnologia affidabile, scalabile e flessibile – sottolinea Alessandro Caso, digital director di Intesys – Abbiamo applicato le nostre competenze di digital service design e di progettazione di servizi user driven, per consentire alle diverse divisioni di Gruppo Veritas coinvolte di unire le forze in un progetto altamente innovativo”.

“Siamo molto orgogliosi che Gruppo Veritas abbia apprezzato pienamente le funzionalità offerte dalla piattaforma Liferay, decidendo di utilizzarla per il nuovo portale Sol – aggiunge Andrea Diazzi, direttore vendite di Liferay Italia, Grecia e Israele – Con le esigenze degli utenti in costante evoluzione, ci impegniamo per garantire la massima flessibilità e integrazione, al fine di supportare le aziende a rispondere in modo tempestivo alle loro aspettative.”

“Automatizzare e digitalizzare processi e servizi ci ha consentito di semplificare e incrementare l’offerta di servizi online rivolti ai cittadini e di rafforzare le relazioni con loro, grazie a comunicazioni e contenuti personalizzati che rispondono in modo puntuale alle loro esigenze – conclude Giulia Ruzzante – Inoltre, grazie alla flessibilità della piattaforma Liferay, siamo pronti per affrontare ogni nuova necessità digitale emergente”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*