ecommerce e customer experience: il progetto TV mode

Con TV mode, il cliente viene catapultato virtualmente all'interno di un supermercato proprio come nella realtà: naviga tra i corridoi, prende ciò che gli interessa dallo scaffale o dal frigo e lo mette carrello, e una volta terminati gli acquisti, procede verso l’uscita. lA spesa gli verrà consegnata a casa da un fattorino nella fascia oraria richiesta [...]
  1. Home
  2. News
  3. ecommerce e customer experience: il progetto TV mode

Un centro commerciale virtuale, dove il cliente può percorrere i corridoi alla ricerca dei prodotti di cui ha bisogno, prendere ciò che gli interessa direttamente dallo scaffale o dal frigo e metterlo nel carrello della spesa, proprio come se fosse presente fisicamente e, una volta terminati gli acquisti, procedere verso l’uscita e ricevere la spesa direttamente a casa da un fattorino nella fascia oraria richiesta. Si chiama user experience ed è uno degli obiettivi del progetto TV mode, di cui per ora è stato sviluppato un test di valutazione e il brevetto nella forma e nel metodo.

Tramite la piattaforma, il cliente può verificare le caratteristiche organolettiche dei prodotti, la data di scadenza e il paese di provenienza. I pagamenti possono essere effettuati quando il fattorino arriva a casa, tramite POS wifi o addebito bancario RID. Fare acquisti a qualsiasi ora, controllare senza fretta sconti e offerte, ottimizzare il bilancio famigliare evitando gli sprechi. Ecco i vantaggi di TV mode.

TV mode per la spesa virtuale

L’apparecchio televisivo è il fulcro del progetto affinché un maggior numero di persone, ipoteticamente l’intera famiglia, possa essere coinvolta nell’esperienza di acquisto simultaneamente e in grande formato, proprio come avviene nei centri commerciali ma restando comodamente a casa. Tuttavia, è possibile usare la piattaforma anche da smartphone o tabletaccettando di perdere un po’ di inclusività dovuta alle ridotte dimensione dei display di questi device.

Il cliente deve scaricare l’applicazione e collegare il ricevitore Wi-Fi nello slot del televisore, tutto il resto è intuitivo e scorrevole. Il display dello smartphone serve per muoversi all’interno dello spazio virtuale, diventando una sorta di mouse, praticamente come avviene con la funzione “street view” di Google Maps. L’utilizzo facile e intuitivo è adatto a qualsiasi età, e comunque, in caso di anziani poco inclini alle nuove tecnologie o persone con disabilità, un tutor online li aiuti nella navigazione.

TV mode può diventare uno strumento utile anche per il tempo libero: guardare insieme e commentare una ricerca su internet, cercare una soluzione per le vacanze, scorrere la galleria fotografica a pieno schermo, condividere un pensiero sui social media, vedere un film sul Web senza bisogno di decoder, schede o altre installazioni, ascoltare la musica.

DIGITAL EVENT 13 OTTOBRE
Customer experience: tutti i vantaggi offerti dai processi di Digital Identity
CRM
Intelligenza Artificiale

E’ possibile usarlo anche come assistente vocale, senza dover ricorrere ad altre apparecchiature presenti sul mercato, usufruire di skill che permettono di comporre un carrello della spesa, interfacciarsi con device domotici e gestire attività con il solo comando vocale.

La piattaforma è ampliabile e il servizio può essere esteso a operatori terzi, a cui affittare negozi virtuali, come ad esempio telefonia mobile, PayTv e giochi online.

 

 

Immagine fornita da Shutterstock.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*