Sostegni

Aiuti di stato: la Commissione approva il regime italiano da 30 milioni per l’agricoltura

Saranno di importo limitato e avranno la forma di garanzie su prestiti, fino ad un massimo di 250 mila euro per beneficiario. Scopo della misura è sostenere il fabbisogno di liquidità dei beneficiari ammissibili, colpiti dall’attuale crisi geopolitica

Pubblicato il 04 Ago 2023

shutterstock_666978268

La guerra della Russia contro l’Ucraina ha gettato un’ombra oscura sull’economia globale, ma l’Italia ha deciso di agire con determinazione, dimostrando un impegno a sostenere settori chiave per la transizione verso un’economia a zero emissioni nette e la riduzione della dipendenza dai combustibili. La Commissione Europea ha approvato il regime italiano per un valore di circa 30 milioni di euro, destinate ad aziende impegnate nell’agricoltura, silvicoltura, pesca e acquacoltura. Il regime è stato approvato nell’ambito del quadro temporaneo di crisi e transizione per gli aiuti di Stato, adottato dalla Commissione il 9 marzo 2023.

Un sostegno mirato alle aziende colpite dalla crisi geopolitica

Le misure di aiuto italiane mirano a sostenere il fabbisogno di liquidità dei beneficiari ammissibili, colpiti dall’attuale crisi geopolitica. Gli aiuti saranno concessi entro il 31 dicembre 2023 sotto forma di garanzie su prestiti, con un importo massimo di 250.000 euro per beneficiario attivo nella produzione primaria del settore agricolo, 300.000 € per beneficiario attivo nei settori della pesca e dell’acquacoltura e 2 milioni di € per beneficiari operanti in tutti gli altri settori. Questo impedisce che le risorse siano concentrate solo su grandi aziende, garantendo che le piccole e medie imprese abbiano accesso agli aiuti necessari per affrontare la crisi.

La Commissione ha concluso che il regime italiano è necessario, adeguato e proporzionato per porre rimedio a un grave turbamento dell’economia di uno Stato membro ai sensi dell’articolo 107, paragrafo 3, lettera b), TFUE e delle condizioni stabilite nel quadro temporaneo di crisi e transizione. Su queste basi la Commissione ha approvato il regime di aiuti in quanto conforme alle norme dell’Unione sugli aiuti di Stato.

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Articoli correlati

Articolo 1 di 2