Ricerca e Sviluppo, dal Mise 560milioni (anche) per l’Agrifood

L’intervento servirà a incentivare le attività di R&D anche nei settori della fabbrica intelligente e delle scienze della vita. Le risorse provengono dal Bon Imprese e competitività 2014-2020 del Fesr e dal Fondo per la crescita sostenibile [...]
agricoltura sostenibile
  1. Home
  2. Digital Farming
  3. Ricerca e Sviluppo, dal Mise 560milioni (anche) per l’Agrifood

Cinquecentosessanta milioni di euro per incentivare le attività di ricerca e sviluppo nel campo dell’Agrifood, della fabbrica intelligente e delle scienze della vita. A stanziarli è il ministero dello Sviluppo economico, con l’obiettivo di “promuovere l’innovazione e accrescere la competitività delle imprese italiane”.  

La misura, si legge in una nota del Mise, prevede l’agevolazione di progetti di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale nei tre settori applicativi della strategia nazionale di specializzazione intelligente appena enunciati. 

La destinazione delle risorse non avverrà in modo uguale su tutto il territorio nazionale: 287,6 milioni andranno infatti per le regioni meno sviluppate, nello specifico Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia, 100 milioni alle regioni in transizione, quindi Abruzzo, Molise e Sardegna, e 175,1 milioni alle restanti regioni.

WHITEPAPER
Tracciabilità e sostenibilità: la filiera 4.0 dell’Oleificio Zucchi sceglie l’innovazione digitale
Smart agrifood
Turismo/Hospitality/Food

“L’intervento – spiega il ministero – sarà attuato con la procedura valutativa negoziale prevista per gli Accordi per l’innovazione. Solo per i progetti più piccoli, con costi ammissibili fino a 5 milioni di euro, sarà applicata la procedura valutativa a sportello.Le risorse sono a valere sul Pon Imprese e Competitività 2014-2020 Fesr e sul Fondo per la crescita sostenibile”.

Quanto ai termini di apertura e alle modalità di presentazione delle domande, conclude il ministero, saranno definiti nei prossimi giorni con un provvedimento ad hoc.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*