Misure eccezionali dalla CE a sostegno di vitivinicolo e ortofrutticolo

La Commissione Europea ha annunciato alcune misure straordinarie per aiutare due dei settori più colpiti dalle condizioni metereologiche estreme dell'ultimo anno, come dalla pandemia Covid-19 [...]
  1. Home
  2. News
  3. Misure eccezionali dalla CE a sostegno di vitivinicolo e ortofrutticolo

A causa delle sfide senza precedenti causate dalla pandemia di Covid-19 come dagli eventi metereologici sempre più estremi che si sono verificati negli ultimi anni, a maggio del 2020 è stato adottato un primo pacchetto di misure per sostenere i settori agroalimentari più colpiti integrate da un secondo pacchetto per il settore vitivinicolo adottato a luglio 2020. Nell’ambito del pacchetto, oggi è stata adottata una serie di misure sotto forma di atti di esecuzione a favore del vitivinicolo e dell’ortofrutticolo.

Nel primo caso, si tratta di un aumento del sostegno a strumenti di gestione del rischio quali l’assicurazione del raccolto e i fondi di mutualizzazione, nonché l’estensione delle misure di flessibilità già in vigore fino al 15 ottobre 2022. Per il settore ortofrutticolo, il sostegno alle organizzazioni di produttori sarà compensato in modo da non essere inferiore all’85 % del livello dello scorso anno.

“Dalle gelate primaverili alle inondazioni e alle ondate di calore, quest’anno le condizioni meteorologiche estreme sono state particolarmente difficili per i settori vitivinicolo e ortofrutticolo. Ciò avviene dopo un 2020 già complicato a causa della crisi Covid-19. Queste misure di sostegno daranno sollievo ai produttori dell’UE in questi tempi difficili, in aggiunta a quelle già proposte nel 2020 e prorogate nel 2021” ha commentato Janusz Wojciechowski, Commissario per l’Agricoltura.

Le misure della Commissione nel dettaglio

Nelle misure eccezionali per il vino è previsto che i paesi dell’UE possano continuare a modificare i loro programmi di sostegno nazionali in qualsiasi momento, mentre di solito ciò può essere fatto solo due volte l’anno (entro il 1º marzo e il 30 giugno). Per le attività di promozione e informazione, ristrutturazione e riconversione dei vigneti, vendemmia verde e investimenti, c’è la possibilità di concedere un contributo più elevato a carico del bilancio dell’UE è prorogata fino al 15 ottobre 2022. Ancora, il contributo del bilancio dell’UE all’assicurazione del raccolto è stato aumentato dal 70% all’80% fino al 15 ottobre 2022. Il sostegno dell’UE a copertura dei costi di costituzione dei fondi di mutualizzazione è stato raddoppiato: dal 10%, 8% e 4% nel primo, secondo e terzo anno di attuazione al 20%, 16% e 8%. E’ stata infine prevista una proroga delle flessibilità concesse per le misure del programma vitivinicolo fino al 15 ottobre 2022

WEBINAR
FORUM PA 2021- Sanità: Cybersecurity, conoscere per non rischiare
Sicurezza
Cybersecurity

Per il settore ortofrutticolo, il sostegno UE alle organizzazioni di produttori – solitamente calcolato in base al valore della produzione annua – sarà compensato in modo da essere pari almeno all’85% del livello dello scorso anno, anche se il valore di quest’anno è inferiore. Tale compensazione sarà offerta quando la riduzione della produzione è legata a calamità naturali, avversità atmosferiche, fitopatie o infestazioni parassitarie, è al di fuori del controllo dell’organizzazione di produttori e inferiore di almeno il 35% rispetto all’anno precedente. Inoltre, se i produttori dimostrano di aver adottato misure preventive contro la causa della riduzione della produzione, il valore della produzione utilizzato per il sostegno sarà lo stesso dell’anno scorso.

 

 

Immagine fornita da Shutterstock

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*