FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Alimentari, Minsait introduce nell’e-commerce la visione artificiale

Antonello Salerno

Invogliare i clienti a comprare online prodotti freschi è da sempre il tallone d’Achille dell’e-commerce, il terreno in cui le vendite online hanno più difficoltà a competere con la user experience offerta dai punti vendita fisici. Per superare questo gap Minsait, società del gruppo Indra, ha messo a unto una soluzione che utilizza la “visione artificiale” ed è in grado di accompagnare l’utente in tutto il processo di acquisto, mettendolo nella possibilità di seguire in tempo reale il processo di scelta e di confezionamento dei prodotti, usufruendo anche in modo personalizzato dei consigli di un commesso esperto . 

L’obiettivo è di aumentare la fiducia del consumatore offrendo un controllo assoluto sull’acquisto dei prodotti freschi – spiega Minsait in una nota – garantendo così la completa corrispondenza tra l’ordine realizzato e i prodotti ricevuti.

Due i sistemi che concorrono al funzionamento della soluzione: quello di gestione dei turni, che consente di prenotare il proprio turno come se si fosse nel negozio fisico, e l’altro di distribuzione online dei prodotti freschi, che connette il consumatore con l’impiegato che confeziona l’ordine. Così attraverso tecnologie di visione artificiale e di telecamere di tracciamento avanzate, che seguono il movimento dell’impiegato del negozio focalizzando automaticamente i prodotti, il cliente “vive” l’esperienza d’acquisto come se fosse sul posto.

La soluzione è basata sulla Onesite Platform di Minsait, piattaforma open di Internet of Things con funzionalità Big Data, ed è completamente integrata nell’e-commerce del retailer, consentendo al cliente di realizzare il proprio ordine all’interno dei servizi online proprietari del distributore.

Questa soluzione si propone di superare “la mancanza di un’offerta digitale in grado di competere con l’esperienza offerta dai punti vendita fisici e la mancanza di fiducia da parte del consumatore nel processo di acquisto online – spiega Isabel Calafat, esperta in Consumer Retail di Minsait – in quanto non ha il controllo sulla selezione dei prodotti e sulle modalità di preparazione dell’ordine. Consente di umanizzare la vendita online di prodotti freschi, restituendo al cliente l’esperienza del negozio, dove è possibile visionare il prodotto, selezionarlo e decidere la confezione – conclude – Questa soluzione permetterà ai retailers dei punti vendita dedicati alla grande distribuzione di incrementare le vendite online aumentando al tempo stesso il legame emotivo del cliente con il marchio”.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi