Innovazione

Soluzioni biologiche avanzate nel settore agricolo: prosegue l’impegno Corteva Agriscience



Indirizzo copiato

Dopo l’acquisizione di Symborg e Stoller, l’azienda ha lanciato BlueN, un biostimolante che migliora l’efficienza nutrizionale delle colture. Altre due soluzioni innovative, Utrisha Rhizo e Kinsidro® Grow +, stanno per essere introdotte sul mercato italiano.

Pubblicato il 6 dic 2023



Screenshot 2023-11-30 alle 09.12.49

Nel contesto del Biostimulants World Congress, Corteva Agriscience ha rinnovato il proprio impegno nel promuovere lo sviluppo di soluzioni biologiche avanzate. In seguito all’acquisizione di Symborg e Stoller nei primi mesi del 2023, Corteva ha rafforzato la propria posizione nel campo dei Biologicals. L’azienda prosegue la propria azione come provider per gli agricoltori di strumenti che supportano l’evoluzione delle pratiche agricole.

Tra questi strumenti arriva BlueN, un biostimolante lanciato in Italia nell’anno precedente. Questo prodotto migliora l’efficienza nutrizionale delle colture permettendo alle piante di utilizzare l’azoto atmosferico durante tutto il ciclo vegetativo. Dopo il debutto di BlueN, altre due soluzioni stanno per essere introdotte sul mercato italiano: Utrisha Rhizo e Kinsidro Grow +.

Alla ricerca di soluzioni a minor impatto carbonico

Raphael Fernando Godinho, EMEA Biologicals Business Leader, ha sottolineato che. “In un contesto normativo sempre più rigoroso, i Biologicals possono offrire alle aziende agricole soluzioni innovative per aumentare il potenziale delle rese e riducendo al contempo l’impatto ambientale”.

Gli agricoltori europei hanno già sperimentato i benefici derivanti dall’uso di Utrisha Rhizo su diverse colture, tra cui uva e altri frutti, ortaggi a foglia e patate. Kinsidro Grow + è invece un nuovo bio-nutriente fogliare che aumenta la vitalità delle piante grazie all’azione di nutrienti essenziali. Il prodotto è pensato per contribuire ad una agricoltura a minor impatto carbonico grazie ad un processo di estrazione più efficiente ed alla capacità conferita alla coltura di produrre più biomassa.

Articoli correlati

Articolo 1 di 4