FoodTech e Smart Agrifood: i finanziamenti del 2017 secondo AgFunder - Agrifood.Tech
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

FoodTech e Smart Agrifood: i finanziamenti del 2017 secondo AgFunder

Sabrina Amadori

La Smart Agrifood e il FoodTech non sono più solo una importante prospettiva di sviluppo e una risposta molto concreta ai temi della sostenibilità alimentare e ambientale, ma sono una concreta e importantissima opportunità di business per molte imprese e per molti investitori. Nel nostro paese cresce il numero di startup che vogliono portare innovazione nel settore primario o nel FoodTech, negli USA cresce in modo significativo il numero di nuove imprese che gravitano attorno ai temi del food e del Precision farming. Arriva da AgFunder News una conferma su quanto il 2017 sia stato un anno importante sul fronte dell’innovazione nell’Agrifood. Secondo i dati riportati dal servizio realizzato dalla testata statunitense (leggi l’articolo), diverse aziende hanno investito nelle tecnologie e nei progetti di Trasformazione Digitale per potenziare la propria offerta nel settore agroalimentare.

Indigo Agriculture: Smart Building per Smart Agrifood

Uno dei progetti più rilevanti è rappresentato dai 203 milioni di dollari (round di finanziamento di serie D) di Indigo Agriculture, la startup di Boston impegnata nello sviluppo di rivestimenti per la protezione delle coltivazioni; 200 milioni di dollari (round di serie B) il finanziamento di Plenty per la realizzazione di una Vertical Farm a Kent; Maihoulang, l’azienda cinese che ha  lanciato 51mhl.com – il mercato dedicato a forniture agricole, specialità alimentari, motocicli elettrici ed elettrodomestici – ha raccolto 150 milioni di dollari in un round di serie A.

Precision Farming: un network Farmer to Farmer

È pari a 110 milioni di dollari (round di serie D) il finanziamento di Farmers Business Network, la rete digitale farmer-to-farmer che offre data insights, input procurement e servizi di crop-marketing; pari a 117 milioni di dollari (round di serie D) quello di Uptake, startup di Data Analytics che utilizza dati di sensore per l’ottimizzazione di macchinari e attrezzature agricole; a 100 milioni il finanziamento di Bayer CropScience e Ginko Bioworks, che hanno stretto una partnership con Vinking Global Investors per lanciare una startup agtech. Produce Pay, la piattaforma online che collega gli agricoltori direttamente con i distributori, ha raccolto 7 milioni di dollari con un investimento di serie A (CoVenture ha guidato il round e ha organizzato un finanziamento di 70 milioni di dollari); la startup di droni 3D Robotics, 53 milioni di dollari in un round di serie D; Protix, azienda produttrice di olio e proteine provenienti da insetti, 45 milioni di euro in fondi azionari e di debito per l’espansione della propria attività; Orbital Insight, startup di analisi geospaziale, 50 milioni di dollari in un round di serie C.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi