Ferrero, asse con Sap: Ciocco-Cloud per addolcire il procurement - Agrifood.Tech
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Ferrero, asse con Sap: Ciocco-Cloud per addolcire il procurement

Il gruppo utilizzerà il network Sap Ariba per mitigare i rischi e monitorare i costi. Dietro lo scatto Cloud l’aumento della domanda bio e le norme sempre più stringenti

«Per anni abbiamo gestito il procurement usando sistemi e applicativi diversi. Siamo certi che ora, utilizzando una piattaforma integrata su cui possiamo consolidare tutte le nostre spese e collaborare con una rete globale di partner per aspetti diversi, da approvvigionamenti e ordini fino a fatturazione e pagamenti, saremo in grado di raggiungere ancora meglio i nostri obiettivi». Il gruppo Ferrero, terzo produttore di cioccolato al mondo, spiega così in una nota la volontà di implementare soluzioni Sap Ariba per semplificare e gestire in modo più efficiente i processi di procurement.

Una sfida necessaria alla luce dell’aumento a livello globale della richiesta di prodotti biologici e l’affermarsi di normative sempre più stringenti, che stanno rendendo il settore della produzione alimentare più complesso che mai, soprattutto dal punto di vista della gestione di costi e rischi. Ferrero si andrà ad aggiungere agli oltre tre milioni di aziende sparse in 180 paesi del mondo che si collegano al network di Ariba e utilizzano le applicazioni Cloud per alimentare un processo end-to-end semplice, intelligente e in conformità con le normative vigenti.

Le soluzioni che il colosso del cioccolato utilizzerà sono diverse (Sap Ariba Strategic Sourcing Suite, Sap Ariba Supplier Risk, Sap Ariba Spend Analysis e altre). «Il procurement non è una funzione discreta, che può essere eseguita in silos. Per gestirla bene serve un approccio digitale integrato – sottolinea Paul Devlin, General Manager, Sap Ariba, Emea e Mee -. Grazie alle soluzioni Sap Ariba, aziende innovative come Ferrero possono amministrare l’intero processo d’acquisto, dall’origine al saldo delle fatture, controllando al tempo stesso le spese, riducendo i rischi, identificando nuove opportunità di efficientamento e costruendo una Supply Chain sostenibile e in salute. Tutto in un solo posto».

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi