Food and beverage e fleet management: migliorare la supply chain nel periodo estivo

Alberto di Mase, Country marketing manager di Verizon Connect Italia, propone le soluzioni per il periodo in cui l’approvvigionamento delle merci alimentari diventa ancora più delicato [...]
  1. Home
  2. News Agrifood
  3. Food and beverage e fleet management: migliorare la supply chain nel periodo estivo

“Per le aziende del food and beverage, impegnate nella consegna di prodotti che devono essere sempre freschi nonostante la calura estiva, è di fondamentale importanza che l’approvvigionamento delle merci proceda senza interruzioni. Ciò significa assicurarsi che la supply chain, che sia interna o esterna, sfrutti le tecnologie più avanzate per salvaguardare l’attività di consegna e garantire un’esperienza soddisfacente per il cliente”.

Alberto di Mase

Lo scrive Alberto di Mase, Country Marketing Manager di Verizon Connect Italia, facendo presente che “le soluzioni per la gestione delle flotte possono aiutare a migliorare la sicurezza stradale, il comportamento di guida e la visibilità del conducente, e di conseguenza anche i profitti”.

WHITEPAPER
Logistica 4.0: trend del mercato e nuovi modelli di gestione
Logistica/Trasporti

“Fondamentalmente, i software per il fleet management sfruttano i dati di posizione GPS, per individuare la posizione dei veicoli nella giornata, mentre sono in giro per le consegne – puntualizza di Mase -. Fra i numerosi vantaggi derivanti dalla disponibilità di questi dati, vi sono fra l’altro la specifica dei tempi di consegna e la rielaborazione dell’itinerario in caso di traffico. Inoltre, le soluzioni avanzate di fleet management possono essere abbinate a sensori che forniscono informazioni sulla temperatura della merce, sulla sua disposizione del carico, sulle vibrazioni, gli urti, l’umidità, la luce e la pressione, monitorando costantemente i prodotti per verificare che rimangano alla temperatura giusta e che siano al sicuro durante il trasporto. Le soluzioni per la gestione delle flotte possono aiutare a migliorare il fatturato anche durante il periodo estivo“.

Le utilità della tecnologia

La relazione di di Mase prosegue elencando i tre aspetti che rendono questa tecnologia estremamente utile:

  • Tutela della qualità delle merci e riduzione degli sprechi – “L’obiettivo più importante per le aziende del food and beverage è salvaguardare la fiducia dei consumatori. Ciò significa impegnarsi per garantire il trasporto sicuro degli alimenti e prevenire eventuali danni che potrebbero causare il deterioramento delle merci e infezioni di origine alimentare da prodotti contaminati. In entrambe le situazioni, la visibilità sugli itinerari seguiti dai prodotti è importante per garantirne la conformità e aiuta le società che si occupano di trasporto merci a evitare multe e ridurre il numero dei viaggi inutili e delle consegne rifiutate. In passato, il trasporto alimentare tradizionale si basava su verifiche manuali sui contenitori refrigerati, che richiedevano soste per effettuare i controlli della temperatura in sicurezza. Oggi, la tecnologia di gestione della flotte può abilitare il monitoraggio in tempo quasi reale, la registrazione e gli alert relativi alla temperatura da parte dei sensori presenti nei container, permettendo ai fleet manager e agli autisti di verificare più facilmente lo stato della merce durante la consegna. Questo non solo aiuta a ridurre il numero di soste per i conducenti e a ottimizzare il tempo di inattività del motore, ma può anche rendere più facile mantenere la qualità dei prodotti acquistati dai consumatori”.
  • Miglioramento dell’efficienza – “Tutte le aziende si pongono la stessa domanda: come fare per essere più efficienti? Ciò vale soprattutto per settore alimentare, dove la continuità regna sovrana. Il rifornimento dei punti vendita implica la gestione e il coordinamento di tutta una serie di variabili relative alle merci, agli autisti e ai clienti. Se da un lato stile guida e percorsi poco efficienti possono danneggiare i prodotti in movimento, i ritardi nelle consegne possono influire sui livelli delle scorte e incidere sulla soddisfazione dei consumatori. Grazie alle soluzioni per l’ottimizzazione del percorso, i gestori di flotte possono elaborare itinerari più efficienti che migliorano il lavoro del conducente. Percorsi più intelligenti possono aiutare a ridurre il numero complessivo dei chilometri, risparmiare carburante e bilanciare il carico di lavoro tra i driver. Le capacità di routing dei software per la gestione delle flotte può anche aiutare quando si verificano fatti imprevedibili, legati al meteo, al traffico o ai lavori stradali. I fleet manager hanno una visibilità costante sui veicoli e possono avvisare rapidamente i conducenti e rielaborare i loro percorsi per favorire la puntualità delle consegne. All’interno dei software per la gestione delle flotte, le informazioni sulle condizioni meteorologiche e del traffico vengono incrociate con la posizione GPS di veicoli, per fornire ai gestori dati che possano aiutarli a prendere decisioni quando si verificano degli imprevisti. Questa maggiore visibilità può aiutare a proteggere i conducenti, i veicoli e prodotti, limitando i ritardi nelle consegne e migliorando l’efficienza complessiva”.
  • Riduzione dei costi assicurativi –  “Per le aziende del food and beverage che gestiscono le proprie catene di approvvigionamento e i veicoli di consegna, i dati sulla posizione dei mezzi forniscono le informazioni necessarie sui tempi di consegna e, in caso di incidente, una visone d’insieme dell’accaduto, che possono essere utilizzate per le pratiche assicurative e di risarcimento. Utilizzando i rapporti sulle prestazioni dei conducenti e sull’utilizzo dei veicoli elaborati dal software, i fleet manager possono negoziare tariffe agevolate e sconti sulle polizze assicurative. Questi dati sono importanti per proteggere i conducenti e le altre risorse, ma dimostrano anche l’impegno delle stesse aziende nella prevenzione degli incidenti. Oltre ai KPI e ai risultati di sicurezza, il tracciamento GPS può anche aiutare a ridurre i rischi legati al furto dei veicoli e al loro utilizzo non autorizzato e fornire prove di conformità, influendo positivamente sui costi assicurativi. La tecnologia di gestione delle flotte può fornire ai fleet manager strumenti e insight aggiuntivi che possono aiutare a rafforzare il business aziendale e a migliorare i profitti. Grazie alla continua evoluzione dei software per il fleet management, soprattutto con l’introduzione di dati video e a una maggiore capacità di elaborazione, nel prossimo futuro i gestori di flotte potranno sfruttare ancora meglio i dati di tracciamento GPS, migliorando la catena di approvvigionamento”.
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*