TUTTODIGITAL e Blockchain Plaza, lo spazio per l'agrifood - Agrifood.Tech
FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

TUTTODIGITAL e Blockchain Plaza, lo spazio per l’agrifood

Claudia Costa

Raccontare le eccellenze food tech. Questo l’obiettivo di TUTTODIGITAL, la nuova area dedicata alla trasformazione digitale che sarà tra le grandi novità di TUTTOFOOD 2019. La fiera internazionale del B2B dedicata al food & beverage organizzata da Fiera Milano, si terrà dal 6 al 9 maggio 2019. e porta l’attenzione ai temi del digitale per la filiera agroalimentare.

La nuova area espositiva intende dare spazio alle innovazioni tecnologiche e al loro impatto sulla filiera agroalimentare, partendo dalle materie prime fino ad arrivare alla consegna del prodotto al consumatore finale. Inserita nel contesto del padiglione 10, l’area accoglierà start-up aziende tecnologiche in digital stand e smart desk che favoriranno l’incontro mirato tra domanda e offerta attraverso MyMatching, la piattaforma di matching B2B di Fiera Milano.

Si prevede inoltre un programma di convegni: dall’agrifood innovation, come ad esempio le nuove soluzioni in tema di sostenibilità agroalimentare e di lotta allo spreco, fino alle tematiche relative all’evoluzione del retail, come le soluzioni tecnologiche per i punti vendita, la logistica intelligente, il drive-to-store o la realtà virtuale. E ancora, si parlerà di e-commerce con le soluzioni di pagamento intelligenti, l’economia collaborativa e della condivisione e le ultime evoluzioni del food delivery, oltre che del mondo social con le strategie per il social media management, le food community, i blog e le app.

Blockchain & Cloud  AWS per la tracciabilità

La manifestazione organizza poi l’area Blockchain Plaza, un’arena organizzata in collaborazione con aziende come Amazon Web Services (AWS), CSQA Certificazioni, GS1 Italy, Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, ChoralChain, Tech Data Italia, Becker LLC, Infocert, che si focalizzerà sulle potenzialità di questa nuova tecnologia nell’ambito dell’authentication, ovvero l’utilizzo della blockchain e del cloud AWS per implementare tracciabilità e rintracciabilità, anti-contraffazione e controllo delle frodi. Coordinata da un comitato scientifico, l’arena presenterà le opportunità della blockchain con l’approccio strategico dell’“ecosistema”, per aiutare i player del settore a fare di questa tecnologia un vantaggio competitivo  volto a aumentare la tracciabilità e quindi la fiducia dei consumatori in tema di sicurezza alimentare.

la manifestazione sarà anche l’occasione per confrontarsi con i player del settore che per primi hanno sperimentato, sia nelle organizzazioni sia lungo le filiere, le applicazioni della tecnologia DLT (agrifood), ovvero registri aggiornati, gestiti, controllati e coordinati in modo distribuito da parte di tutti gli attori.
Le applicazioni spaziano dalla gestione strutturata delle forniture più pregiate – ad esempio le denominazioni di origine – fino al miglioramento della loyalty attraverso le tecnologie IoT (Internet of Things) come codici a barre, QRcode o RfID. Inoltre, dal punto di vista delle aziende produttrici, all’interno di un sistema di produzione l’architettura e la struttura intrinseca della blockchain permettono di generare applicazioni “pensanti” (machine learning), con la finalità di ottimizzare i flussi, i processi e i controlli.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp