Food Sustainability

IngredienTech: investimenti nel segno di sistemi alimentari sostenibili

Tramite la partecipata CSM Ingredients, Investindustrial acquisisce Hi-Food, eccellenza italiana nel mondo degli ingredienti funzionali per l'industria alimentare a base vegetale e clean-label. Un'operazione che potenzia l'impegno del Gruppo nella ricerca e sviluppo di soluzioni che possano contribuire all'evoluzione sostenibile dell'industria alimentare [...]
  1. Home
  2. FoodTech
  3. IngredienTech: investimenti nel segno di sistemi alimentari sostenibili

Per aggiudicarsi un posto in quello che sarà il futuro dell’industria alimentare, Investindustrial VII L.P. – gruppo europeo di società di investimento, holding e consulenza – continua la sua politica di acquisizione e sviluppo di aziende innovative nei settori che gravitano attorno alla sostenibilità del mondo food, come la produzione alimentare, gli ingredienti, gli integratori, il packaging e le chiusure. Negli ultimi cinque anni, ha effettuato 8 nuovi investimenti in questi settori per un totale di 1,5 miliardi di euro di capitale; e le aziende su cui ha investito hanno a loro volta realizzato 11 acquisizioni e attualmente impiegano un totale di circa 10.300 dipendenti.

Dopo l’acquisizione nell’aprile 2021 di CSM Ingredients, leader globale nella ricerca e produzione di ingredienti alimentari, il Gruppo ha annunciato l’acquisizione di Hi-Food, azienda innovativa specializzata nella ricerca, sviluppo e produzione di ingredienti di origine naturale. Fondata nel 2012 a Parma da Giampaolo Cagnin, Massimo Ambanelli e Emanuele Pizzigalli, in stretta collaborazione con l’Università di Parma, Hi-Food è cresciuta sviluppando soluzioni innovative nel mondo degli ingredienti funzionali per l’industria alimentare a base vegetale e clean-label. Ingredienti selezionati, di origine naturale e privi di additivi chimici sviluppati attraverso metodi innovativi di trasformazione e con materie prime di origine vegetale, che rispondono alla crescente domanda di prodotti sani e nutrizionalmente equilibrati e che contribuiscono all’evoluzione sostenibile dell’industria alimentare.

Aldo Uva, CEO di CSM Ingredients

“Nel contesto di innovazione e forte espansione di CSM Ingredients, Hi-Food rappresenta un’eccellenza nella ricerca di soluzioni che possano contribuire all’evoluzione sostenibile dell’industria alimentare. Questa acquisizione – spiega Aldo Uva, CEO di CSM Ingredients – ci permette di combinare in maniera ottimale la solidità operativa, la presenza globale e il know-how di CSM Ingredients con lo spirito visionario e pionieristico di Hi-Food, contribuendo ad accelerare lo sviluppo di una realtà propulsiva per il futuro del food. L’acquisizione di Hi-Food rappresenta il primo traguardo di un programma di investimento in ricerca e sviluppo a livello globale, che nel medio termine supererà i 200 milioni di euro.”

L’operazione prevede che gli azionisti di Hi-Food reinvestano in CSM Ingredients, assumendo anche importanti incarichi nell’area commerciale e di ricerca e sviluppo. Con questa acquisizione CSM Ingredients – che ad oggi conta già oltre 1.400 dipendenti, 3 centri di ricerca e innovazione, 8 stabilimenti produttivi e 2 poli di open innovation – compie un altro passo decisivo nella creazione di un polo ingredient-tech italiano dedicato allo sviluppo di soluzioni innovative per il mondo del food.

Nei prossimi mesi, Hi-Food completerà la costruzione a Pilastro di Langhirano (vicino a Parma) di uno dei più moderni e avanzati impianti per la produzione e la lavorazione di ingredienti naturali, di origine vegetale, privi di allergeni e additivi di sintesi. Il nuovo impianto italiano, dotato di un centro permanente di ricerca sull’estrusione ad alta tecnologia, rappresenterà uno dei più avanzati centri di sviluppo e applicazione in Europa. L’impianto, grazie a un gruppo integrato di strutture pilota, laboratori sperimentali e macchine industriali, sarà in grado di creare prototipi di prodotti e nuovi alimenti con l’obiettivo di soddisfare le esigenze nutrizionali della clientela contemporanea e anticipare le tendenze future.

 

Valuta la qualità di questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp