FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

La Call for Innovation Philip Morris per l’Agritech e la filiera del tabacco

Claudia Costa

Portare innovazione nell’ambito dell’Agritech e all’interno della filiera di lavorazione del tabacco, fornendo supporto decisionale agli agricoltori, sostenendo la gestione delle attività agricole, la tracciabilità dei prodotti e l’integrazione dell’intera filiera.

È questa la sfida lanciata a startup e piccole medie imprese (PMI) con la Call for Innovation “BeLeaf: Be The Future” promossa da Philip Morris Italia, società di riferimento nel mercato dei tabacchi lavorati in Italia ed impegnata nella commercializzazione dei prodotti a potenziale rischi for Innovationo ridotto (“RRPs”), in collaborazione con Digital Magics, incubatore di progetti digitali che fornisce servizi di consulenza e accelerazione a startup e imprese, per facilitare lo sviluppo di nuovi business tecnologici.

L’agritech nella filiera del tabacco

Il concorso si inserisce nel più ampio impegno di Philip Morris International a favore della filiera tabacchicola, una produzione storica in regioni come Umbria, Veneto, Toscana e Campania che fa dell’Italia il principale produttore a livello europeo. Oltre ad essere il principale acquirente di tabacco greggio italiano, a partire dai primi anni 2000 l’azienda ha investito oltre 2 miliardi di euro per la sostenibilità e l’innovazione dell’intera filiera, garantendo solidità e prevedibilità a oltre 1000 aziende agricole del territorio e a oltre 500.000 addetti.

“L’innovazione è al centro della nostra trasformazione aziendale per costruire un futuro senza fumo – ha commentato l’Amministratore Delegato di Philip Morris Italia Marco Hannappel, che ha aggiunto – la filiera tabacchicola rappresenta un asse portante del nostro business che deve continuamente innovarsi per rispondere a livelli sempre più alti di sostenibilità.”

Le aree Agritech in cui si giocherà la competizione

Verranno selezionate startup e piccole e medie imprese che propongono progetti per la digitalizzazione dei processi agricoli, il rilevamento di pratiche agricole sostenibili e monitoraggio della produzione di tabacco in tutte le sue fasi incluse lavorazione, confezionamento e distribuzione.

Cinque sono le aree di interesse individuate per la Call for Innovation:

  • Digitalizzazione Agricola – “Smart Tobacco Farming”
    Fornire strumenti di supporto decisionale per le pratiche agricole, in particolare per interventi agronomici automatici, controllo da remoto con droni, trattrici connesse in rete e creazione di modelli previsionali e modelli di formazione a distanza.
  • Tracciabilità – “Footprint of Tobacco”
    Fornire tecnologie per monitorare e gestire la tracciabilità l’origine della materia prima e le sue lavorazioni, in modo da rendere possibile la creazione di informazioni dettagliate che certifichino le fasi di produzione del tabacco, ma soprattutto le pratiche agricole innovative utilizzate da parte dei coltivatori.
  • Visione end-to-end della foglia di tabacco – “The Tobacco Journey”
    Sviluppare tecnologie volte alla raccolta dati della produzione agricola in tempo reale, in particolare, un sistema che analizzi le componenti chimiche del tabacco e che valuti la qualità dal seme alla foglia, in modo da creare standard qualitativi applicabili a tutti i produttori di tabacco.
  • “Tecnologie di Filiera”
    Proporre progetti e prodotti volti a rinnovare tutta la filiera produttiva, che usino tecnologie come AI, blockchain, automazione, sensoristica, big data analytics, image recognition, che possano essere utilizzate per incrementare la qualità del prodotto finale.
  • “All-In-One Portal”
    Proporre una piattaforma in grado di consolidare, integrare e rendere disponibili tutte le informazioni rilevanti per le parti interessate, attraverso un singolo portale. Una sistema di condivisione sicuro, trasparente ed affidabile, a vantaggio di tutti gli attori della filiera e, in ultima istanza, a sostegno del percorso di innovazione.

Candidature e opportunità future per gli operatori Agritech

I partecipanti potranno proporre le proprie soluzioni innovative procedendo con l’application nell’apposita sezione “Partecipa” della piattaforma dedicata, attraverso il seguente link entro il 24 novembre. Al termine della Call i progetti più promettenti, selezionati da Philip Morris Italia in collaborazione con Digital Magics, potranno presentare il loro pitch durante la giornata del 14 gennaio 2020 a Bastia Umbria.

Dopo una fase di validazione, le startup o piccole medie imprese più innovative avranno l’opportunità di entrare in un programma di Co-design, che prevede cinque giornate di lavoro in cui potranno sviluppare, insieme a Philip Morris e Digital Magics, un progetto congiunto al termine del quale Philip Morris Italia valuterà, insieme a Digital Magics, le soluzioni emerse durante gli incontri, riservandosi la possibilità di creare partnership commerciali e tecnologiche con le società selezionate.

 

Immagine fornita da Shutterstock.

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Questo sito utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all’uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi