Soluzioni

Vodafone punta sull’IoT per incontrare innovazione e sostenibilità, come nel PNRR

“MyFarmWeb” è una nuova piattaforma basata sul cloud, che permette agli imprenditori agricoli di memorizzare, visualizzare e consultare le informazioni raccolte tramite sensori IoT, con l'opportunità di migliorare la produttività ed ottimizzare le pratiche agricole e, di conseguenza, ridurre l'emissione di gas a effetto serra. Tra i cinque progetti pilota figura anche un'azienda agricola italiana. [...]
smart farming
  1. Home
  2. Internet of Things
  3. Vodafone punta sull’IoT per incontrare innovazione e sostenibilità, come nel PNRR

Le tecnologie digitali stanno svolgendo un ruolo sempre più importante nell’aiutare gli agricoltori a sposare pratiche non solo più redditizie, quanto sostenibili. Con il lancio di “MyFarmWeb”, Vodafone Business porta una nuova tecnologia nelle mani degli agricoltori e si impegna a collaborare con la comunità agricola per raggiungere gli obiettivi di modernizzazione e sostenibilità stabiliti nella strategia Farm to Fork dell’UE, come nel Piano di Ripresa e Resilienza (PNRR) italiano.

Le aziende agricole commerciali si affidano a pratiche agricole precise per gestire le loro attività in modo efficace. Queste pratiche dipendono da più fonti di dati e informazioni memorizzate in luoghi diversi. Ciò rende più difficile prendere decisioni consolidate e informate. La tecnologia  Internet of Things (IoT) offre agli agricoltori e alle aziende agricole una soluzione digitale a questa sfida, introducendo sensori precisi e autonomi nelle aziende agricole per supportare la raccolta dei dati.

MyFarmWeb è una piattaforma Mezzanine – filiale di Vodacom, la più grande società operativa di Vodafone in Africa -, originariamente sviluppata in Sud Africa attraverso una partnership con Agri Technovation e Laeveld Agrochem, aziende note per la loro esperienza e servizi specializzati nel settore agricolo.

Basata sul Cloud consente agli agricoltori di archiviare e visualizzare le informazioni raccolte tramite sensori agricoli IoT e altre fonti di dati sul campo, direttamente da un’app mobile. La piattaforma, infatti, trasforma i dati sulla qualità del suolo, concentrazioni di nutrienti e resa, in informazioni commercialmente praticabili, per supportare il processo decisionale degli agricoltori per una migliore salute del suolo e delle colture, un uso efficace dell’acqua e l’applicazione di fertilizzanti e pesticidi di precisione. Ciò contribuisce a migliorare la produttività agricola e ottimizza le pratiche agricole, fondamentale per ridurre l’emissione gas serra, imperativo sempre più importante per conformarsi alla legislazione in evoluzione.

Vodafone accelera gli sforzi dell’UE per rendere il settore agricolo più resiliente e inclusivo

“MyFarmWeb è un ottimo esempio di come le tecnologie digitali e l’accesso ai dati che forniscono possano aiutare le aziende a diventare più efficienti e più ecologiche – commenta Vinod Kumar, CEO di Vodafone Business – Insieme, possiamo accelerare gli sforzi dell’Unione europea per rendere il settore agricolo più resiliente e inclusivo attraverso l’uso di strumenti digitali, garantendo al contempo che la sostenibilità non vada a scapito della redditività”.

INFOGRAFICA
Come sfruttare al meglio i fondi del PNRR per rinnovare gli impianti idrici
IoT
Manifatturiero/Produzione

Cinque aziende agricole pilota in Germania, Irlanda, Italia e Spagna stanno sperimentando la piattaforma, che è già utilizzata da 7.200 agricoltori negli Stati Uniti, in Sud Africa, Australia e Nuova Zelanda. Le cinque aziende agricole europee forniranno alla piattaforma preziosi punti dati specifici per regione per calibrare i dati all’interno di MyFarmWeb alle pratiche agricole locali e alle normative regionali. Si tratta di: Dairygold in Irlanda, Llusar e Grima entrambe con sede in Spagna, Laporta in Italia e Agrar-Betriebsgemeinschaft Leine-Solling GbR in Germania.

Come parte dei suoi sforzi per incoraggiare pratiche agricole sostenibili ed eco-compatibili, Vodafone Business sta lavorando con partner lungo tutta la catena del valore, tra cui produttori di apparecchiature, fornitori e istituti di ricerca per introdurre nuove applicazioni e tecnologie.

 

 

Immagine fornita da Shutterstock

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp