Alimentare e Tessile: l’UE punta sulla Blockchain per filiere tracciabili e sostenibili

Si chiama TRICK ed è un progetto finanziato dal programma europeo Horizon 2020, è coordinato da F.lli Piacenza S.p.A., conta sulla collaborazione tecnica di Domina e si pone l'obiettivo di creare una serie di servizi standard a prezzi accessibili per supportare le PMI nell’adozione e nel tracciamento dei prodotti con un approccio sostenibile grazie a una piattaforma per la raccolta dati gestita con tecnologia Blockchain [...]
  1. Home
  2. Blockchain
  3. Alimentare e Tessile: l’UE punta sulla Blockchain per filiere tracciabili e sostenibili

L’adozione di approcci sostenibili nel settore della produzione è uno dei grandi temi odierni. E la transizione da un sistema lineare ad uno votato ai principi dell’economia circolare va di pari passo con la trasparenza e la tracciabilità delle filiere produttive. Tuttavia la complessità, l’opacità e la frammentarietà che caratterizza queste supply chain rende ancora difficile identificare e diramare correttamente i dati tra gli stakeholder coinvolti che non hanno i mezzi per comprendere il ciclo di vita dei prodotti nella sua interezza. Un requisito che sta diventando essenziale per le grandi industrie, e ancora di più per le PMI e per tutti i soggetti di piccole dimensioni che partecipano attivamente alle filiere, i quali generalmente hanno più difficoltà ad accedere alle innovazioni tecnologiche.

Partito a maggio e finanziato dal programma di ricerca e innovazione dell’UE Horizon 2020, il progetto TRICK affronterà questo tema contestualizzandolo in prima battuta nel settore del Tessile & Abbigliamento, uno dei comparti più complessi e impattanti dal punto di vista ambientale e nel Food. Basti pensare che, come riportato nella scheda di presentazione del progetto, in UE un capo viene indossato in media 3 volte nella sua vita, con 400 miliardi di euro persi all’anno scartando vestiti che possono ancora essere indossati e che l’87% dei vestiti finisce in discarica. Inoltre, secondo una stima della CE fino al 10% delle 88 milioni di tonnellate di rifiuti alimentari generati ogni anno nell’UE sono legati all’errata interpretazione delle diciture in etichetta, con costi associati stimati a 143 miliardi di euro.

Servizi standard e accessibili su Blockchain per lo sviluppo e il tracciamento di buone pratiche di economia circolare

L’obiettivo del progetto TRICK riguarda lo sviluppo di una piattaforma di servizi standardizzati e a prezzi accessibili, al fine di supportare le PMI nell’adozione, nel tracciamento e nella dimostrazione di buone pratiche di economia circolare con focus su strumenti diretti alla protezione dell’ambiente, della salute e dei diritti sociali come il PCO (certificazione di origine preferenziale), il Pef (Product environmental footprint), la valutazione sanitaria e sociale, e l’intelligenza artificiale per l’anti contraffazione. Il progetto sfrutterà inoltre diverse soluzioni Blockchain, con i rispettivi requisiti di interoperabilità, per la sicurezza e la trasparenza della raccolta, dello storage e della condivisione dei dati lungo tutto il ciclo di vita del prodotto. Le aziende possono così raccogliere i dati protetti dei prodotti all’interno di un mercato dedicato, aperto a soluzioni certificate di terze parti, promuovendo modelli di business innovativi.

Supportato da un consorzio di 29 partner provenienti da 8 paesi dell’Unione e 3 paesi extra EU idonei alla partecipazione a progetti finanziati, e coordinato da F.lli Piacenza S.p.A. uno dei top-brand italiani nella produzione di tessuti d’alta gamma, TRICK andrà a diffondere i temi collegati alla sostenibilità sia alimentando la consapevolezza tra gli stakeholder, sia generando contenuti utili alla crescita delle misure necessarie allo sviluppo dell’economia circolare nell’industria e nella società. Infine, partendo dallo stato dell’arte, stilerà una roadmap e un piano strategico comprensivi di legal standard, semantiche e ontologie funzionali all’applicazione della tracciabilità.

WHITEPAPER
Continuità Operativa: quali sono gli elementi chiave di un business continuity plan?
Digital Transformation
IoT

Tra le aziende impegnate nell’iniziativa, Domina porta le competenze nell’ambito delle soluzioni IT per il manifatturiero e svolge il ruolo di Technical Manager e Responsabile Tecnico per lo sviluppo della piattaforma TRICK. La società, specializzata nel data management in ambiti come l’industria di processo, il discrete manufacturing, l’energy e nelle applicazioni per end-user e consumatori, supporta l’implementazione del pilot per il mondo del tessile e dell’abbigliamento, il design e l’implementazione della Blockchain e la realizzazione di due servizi di PCO (Certificato preferenziale di Origine) e di Intelligenza Artificiale contro la contraffazione.

 

 

Immagine fornita da Shutterstock

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*