Smart Agriculture: l’IoT per la coltivazione intelligente e sostenibile delle piante nei vivai

Migliorare la crescita delle coltivazioni, salvare il 20% di acqua e risparmiare il 30% di tempo nel monitoraggio: ci è riuscita Pierucci Agricoltura, azienda toscana specializzata in prodotti agricoli e vivaistici, con gli strumenti IoT di Zerynth [...]
  1. Home
  2. Case History
  3. Smart Agriculture: l’IoT per la coltivazione intelligente e sostenibile delle piante nei vivai

Soprattutto nell’ultimo anno, il settore primario ha assunto sempre più caratteri che la legano fortemente al mondo tecnologico. Basti pensare che nel 2020, secondo la ricerca dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano, all’interno del mercato IoT il comparto con la crescita più significativa è stato quello della Smart Agriculture, con un aumento di soluzioni pari al 17%, per un business da 140 milioni di euro. Con la diffusione di soluzioni per il monitoraggio e il controllo di mezzi e attrezzature agricole, macchinari connessi e robot per le attività in campo, la digitalizzazione porta in agricoltura più efficienza, sostenibilità e competitività.

A dimostrarlo è Pierucci Agricoltura, azienda toscana specializzata nella fornitura di fertilizzanti e altri mezzi tecnici per l’agricoltura e il vivaismo che, grazie a Nurset, il sistema IoT dell’italiana Zerynth finalizzato a registrare e monitorare in tempo reale la coltivazione delle piante in vivaio, ha avuto l’opportunità di raddoppiare la crescita delle coltivazioni, salvare il 20% di acqua nonché ridurre del 30% le operazioni di monitoraggio in loco. Risultati che hanno permesso all’azienda agricola di ottenere elevati standard per la sostenibilità ambientale ed economica e di diventare un partner strategico per le aziende del settore.

 

Nurset ottimizza la crescita della coltivazione, riduce i costi di manutenzione e limita il consumo di energia

Tramite sensori installati nei vani tecnici, Nurset ha permesso a Pierucci Agricoltura di rilevare anche da remoto informazioni sulla salute delle piante (livello di umidità, salinità, temperatura del substrato e tempo di irrigazione), sulle prestazioni del sistema di irrigazione (consumo di acqua e pressione, potenza assorbita, livello fertilizzante) e sulle condizioni ambientali (temperatura, velocità e direzione del vento). I dati, inviati ad una piattaforma cloud, sono accessibili per una completa gestione da remoto e possono essere visualizzati e analizzati tramite una dashboard personalizzata da qualsiasi dispositivo. È inoltre presente un sistema di allarme in tempo reale con avvisi tramite e-mail o SMS. La soluzione consente anche un’attuazione da remoto e/o in automatico dei dispositivi elettromeccanici atti all’irrigazione e alla fertirrigazione.

“Grazie a questa integrazione siamo riusciti a coniugare la tradizionale offerta di componenti tecnici per l’agricoltura con una soluzione avanzata e intelligente che ci aiuta ad ottimizzare la crescita della coltivazione, a ridurre i costi di manutenzione e limitare il consumo di energia”, spiega Emanuele Pierucci, CEO di Pierucci Agricoltura che aggiunge “Il progetto è stato un successo sbalorditivo: ha raggiunto tutti gli obiettivi in meno di 6 mesi, ha aperto per noi un nuovo flusso di entrate e ha aumentato in modo significativo il nostro vantaggio competitivo”.

WHITEPAPER
Cloud, omnicanalità e intelligenza artificiale: porta il tuo Contact Center nel futuro
Digital Transformation
Intelligenza Artificiale

 

 

 

Immagine fornita da Shutterstock

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*