Mercato

Sensori agricoli: con un CAGR del 13,6% il mercato arriverà a 3,79 mld di dollari nel 2028

La crescita è guidata dalla crescente accettazione dell'IoT e dell'AI da parte di coltivatori e agricoltori, dalla necessità di aumentare la produttività a fronte della crescita della popolazione e della riduzione dei terreni coltivabili, dal sostegno del governo alle pratiche di agricoltura di precisione e dalla crescente implementazione di dispositivi di ottimizzazione dei mangimi per l'acquacoltura nei paesi in via di sviluppo [...]
  1. Home
  2. Ricerche e rapporti
  3. Sensori agricoli: con un CAGR del 13,6% il mercato arriverà a 3,79 mld di dollari nel 2028

L’emergere di tecnologie avanzate come l’Internet of Things (IoT), l’Intelligenza artificiale e il Telerilevamento ha trasformato l’agribusiness in un settore ricco di dati e ad alta intensità tecnologica. Le tecnologie agricole intelligenti aiutano coltivatori e agricoltori ad aumentare la redditività rispondendo alla crescita della popolazione e al contempo alla riduzione dei terreni coltivabili, a rilevare e monitorare le malattie del bestiame, a migliorare sensibilmente la sostenibilità e a ridurre al minimo il consumo di risorse come fertilizzanti, acqua ed energia.

Guidate da questi fattori, secondo le stime di Research and Markets, le dimensioni del mercato globale dei sensori agricoli raggiungeranno i 3,79 miliardi di dollari entro il 2028 e il mercato registrerà un CAGR del 13,6% dal 2021 al 2028. Si prevede che il Nord America guadagnerà una quota dominante del mercato e la regione Asia-Pacifico registrerà il CAGR più alto durante il periodo di previsione a causa della crescente consapevolezza sull’uso dei sensori di umidità del suolo tra gli agricoltori.

A stimolare la crescita del mercato anche: il sostegno del governo nelle principali nazioni agricole che incoraggia l’introduzione di pratiche di agricoltura di precisione; il crescente utilizzo di sensori nei veicoli agricoli, nelle macchine e nei sistemi di gestione agricola; e le sempre più numerose collaborazioni tra varie aziende agrochimiche che danno vita a nuove opportunità. Tuttavia, i sensori agricoli richiedono investimenti significativi nella fase iniziale, che potrebbero inibire la crescita del mercato.

Da non dimenticare, il piccolo calo che il mercato ha subito nel 2020 a causa della pandemia Covid-19, poiché le restrizioni di movimento e i blocchi hanno portato a interruzioni della catena di approvvigionamento e alla mancanza di attrezzature. Tuttavia, le aziende hanno iniziato a concentrarsi su piattaforme wireless per prendere decisioni in tempo reale sul monitoraggio delle colture, sulla mappatura dei campi, sulla pianificazione dell’irrigazione e sulla gestione delle colture; tanto che il segmento dei sensori di posizione ha rappresentato la più grande quota di fatturato nel 2020.

WHITEPAPER
Agroalimentare: come sviluppare modelli di supply chain resilienti
Smart agrifood
Turismo/Hospitality/Food

 

 

Immagine fornita da Shutterstock

FacebookTwitterLinkedInWhatsApp

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


FacebookTwitterLinkedInWhatsApp